Visitare Roma: Palazzo delle Esposizioni, lo spazio espositivo interdisciplinare di Roma

Il Palazzo delle Esposizioni è un grande spazio espositivo ubicato a Roma, nel centro della capitale italiana. Si trova all'interno di un edificio neoclassico progettato dall'architetto Piacentini. Con uno spazio interno di circa 12.000 metri quadrati ospita sia mostre permanenti che temporanee, oltre che essere un punto di riferimento per la cultura della città, grazie alla sua vocazione multidisciplinare. Il visitatore che si trovi a visitarlo, anche solo per ammirarne la bellezza architettonica, potrà godere di una serie di servizi: troverà infatti una sala cinematografica da 130 posti, un auditorium in grado di ospitare 90 persone, un Forum, ossia una sala polifunzionale, un laboratorio d'arte e un'immensa libreria.

Breve storia del palazzo delle esposizioni
La decisione di costruire il Palazzo delle Esposizioni rispondeva all'esigenza della città di Roma di dotarsi di uno spazio adeguato alla sua grande tradizione di polo culturale di fama internazionale; si volle istituire un centro polifunzionale dedicato alle Belle Arti. L'obiettivo non era quello di annoverare un nuovo museo ai numerosi e straordinari che già erano presenti nella città; si intendeva creare un luogo dove potervi custodire documenti e testimonianze della vita culturale e artistica di Roma, in grado però di competere con le più importanti capitali culturali europee e mondiali.
Nel 1876 fu bandito un concorso per scegliere il modello migliore a cui fare riferimento per l'edificazione del Palazzo; tuttavia ci volle qualche anno prima di approdare al progetto finale perché la commissione che aveva il compito di scegliere il progetto vincente fu molto combattuta nella sua decisione. Alla fine la spuntò l'architetto Pio Piacentini, uno dei padri del progetto del Vittoriano, il monumento noto anche come Altare della Patria, che si trova a Piazza Venezia. Ci vollero quattro anni, dunque, per iniziare i lavori e altri tre per completarli: il Palazzo delle Esposizioni fu terminato nel 1883.
Nel 2002 l'edificio è stato sottoposto a un restauro e a una riqualificazione degli ambienti che è durata cinque anni. Oggi il visitatore che cammina al suo interno ha a disposizione tre aree principali, che possono comunicare tra loro pur essendo del tutto autonome e ubicate su piani differenti. Il visitatore potrà ammirare la perfetta armonia della classicità e della tecnologia: il passato della città e il suo futuro sono perfettamente rappresentati; le sale sono rivestite da pannelli che garantiscono la neutralità del fondo per esaltare le opere esposte. Grazie alla tecnologia all'avanguardia e all'importanza degli eventi ospitati, il Palazzo delle Esposizioni permette a Roma di confrontarsi con i principali poli culturali europei.

La spazio espositivo del Palazzo delle Esposizioni
Recandovi al Palazzo delle Esposizioni troverete un programma pensato sia per un pubblico italiano che per una platea straniera. Vi sarà possibile assistere a proiezioni di film e documentari, nel corso delle numerose rassegne cinematografiche che si svolgono ogni anno; potrete assistere ai concerti organizzati nell'Auditorium, mentre nelle sale espositive sono allestite mostre d'arte che richiamano visitatori da tutto il mondo. Spesso è possibile partecipare alla presentazione di libri oppure visitare esposizioni che hanno come oggetto la scienza. Gli eventi culturali organizzati all'interno del Palazzo delle Esposizioni sono innumerevoli e tutti di grandissima rilevanza culturale e artistica. Il Novecento è stato, dal 2007 in poi, il periodo più studiato, attraverso l'organizzazione di eventi e l'allestimento di mostre dedicate a personaggi più eminenti del Secolo Breve. Nel Novecento sono cambiati i punti di vista dell'intero genere umano grazie a Friedrich Nietzsche, Sigmund Freud, Pablo Picasso, a cui sono state dedicate mostre e rassegne. Nel Palazzo delle Esposizioni sono transitate anche le opere del regista Stanley Kubrick e del pittore Mark Rothko, autore di White Center (Yellow, Pink and Lavender on Rose); di Giorgio de Chirico e del videoartista Bill Viola, in onore del quale è stata organizzata la mostra "Visioni interiori", una delle migliori exhibitions mai riservate all'artista di New York.
Se siete appassionati di fotografia il Palazzo delle Esposizioni è uno dei punti più importanti per conoscere gli scatti dei più importanti fotografi del mondo. I lavori di reportage usciti sul National Geographic, come quelli di Helmut Newton, hanno immortalato momenti indelebili della storia dell'uomo, come la Primavera di Praga e la Rivoluzione Messicana. Non viene dimenticata l'importanza della scienza e del sapere, grazie alle mostre su Charles Darwin, che dedicò la sua vita allo studio dell'evoluzione della specie; si sono tenute anche rassegne sull'Universo e sui fenomeni migratori dell'umanità.
Il Forum del Palazzo delle Esposizioni è un luogo che susciterà l'interesse di bambini e adolescenti, oltre che degli educatori. Se siete in viaggio con persone molto giovani siete nel posto giusto: potreste trovarvi a presenziare a un convegno, incontrare scrittori ed editori, oppure visitare il laboratorio multimediale; è anche possibile consultare una biblioteca completamente riservata alle pubblicazioni d'arte per gli adolescenti. È disponibile una connessione a internet per leggere il catalogo delle biblioteche della città; inoltre potrete consultare i dossier preparati per illustrare tutte le mostre presenti e passate che si sono tenute nel Palazzo delle Esposizioni.
Molto suggestivo è l'atelier, con i suoi tunnel di luce; si tratta di un'installazione permanente creata da Nathalie Junod Ponsard. Seguendo le fantasie di luce pensate dall'artista francese sarete guidati all'interno di un cubo magico, con scenari che cambiano in continuazione stimolando la creatività e la fantasia. È uno spazio dedicato ai bambini, creato grazie alla collaborazione di architetti, grafici e artisti. Se girando nelle sale del Palazzo delle Esposizioni siete rimasti affascinati da un'opera, dal libro di uno scrittore o da una fotografia in particolare, il modo migliore per approfondire la vostra conoscenza sull'autore è recarsi nella libreria presente all'interno dell'edificio. Troverete tre sale molto grandi; ci sono libri, DVD e cataloghi dedicati all'arte, ma potrete acquistare anche CD musicali e testi di design e architettura. È la tappa finale e necessaria a guidare il visitatore attraverso un percorso studiato per stimolare creatività e curiosità, spingendolo ad approfondire quello che lo ha emozionato maggiormente.
Una volta scelto il vostro testo da leggere potrete farlo nella caffetteria, sorseggiando una bevanda oppure assaggiando un dolce. A vostra disposizione c'è anche un giardino che collega la libreria alla Chiesa di San Vitale.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Hotel Oxford, il punto di partenza ideale per scoprire Roma!

18/02/2019
mostre romapalazzo delle esposizioni

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO