Le più belle e caratteristiche piazze della capitale

Difficile immaginare Roma senza i suoi monumenti, i luoghi simbolo di un passato glorioso, la sua arte. Tra i posti che segnano in modo indelebile il volto della città, in particolare, si annoverano le piazze. Centri di aggregazione, ma anche esempi mirabili della bellezza dell'Urbe, queste rappresentano punti nevralgici per turisti e cittadini. Qui infatti, nella cornice di architetture splendide, trovano spazio punti di incontro, angoli verdi, artisti di strada e atmosfere magiche. Ma quali sono le piazze più caratteristiche della Capitale, quelle che nessun visitatore dovrebbe mancare di vedere almeno una volta? Ecco quali non perdere durante una visita alla Città Eterna.

Piazza Bocca della Verità
Forse avete presente "Vacanze Romane", pellicola che vede una principessa sotto mentite spoglie - interpretata da una giovane Audrey Hepburn - alle prese con un'emozionante vacanza nella Capitale. Una delle scene più famose del film è senz'altro quella in cui Gregory Peck finge di perdere la mano dentro la Bocca della Verità, facendo spaventare la protagonista. Ma qual è la storia di questo monumento, divenuto presto uno dei simboli più riconoscibili della città? Oggi la pietra è custodita nel portico della Chiesa di Santa Maria in Cosmedin, che si affaccia sulla piazza, ma non tutti sanno che la sua originale collocazione era probabilmente un'altra: si tratta, infatti, di un antico tombino stradale, scolpito con le sembianze di un uomo a bocca aperta.
Se vi trovate nei dintorni di Piazza Bocca della Verità, vale la pena andare a vederla e, perché no, provare a infilare la mano dentro le sue fauci spalancate. Fate attenzione però, perché la leggenda dice che i bugiardi potrebbero essere azzannati. Sulla piazza si affacciano anche altri mirabili monumenti, come il Tempio di Ercole (120 a.C.), erroneamente conosciuto come tempio di Vesta, e l'Arco di Giano.

Piazza Fontana di Trevi
Tra le piazze romane più conosciute si annovera senza dubbio Piazza Fontana di Trevi, vera e propria Mecca per i turisti provenienti da ogni angolo del mondo. Ma perché è così celebre? Al di là della sua evidente bellezza, si può dire che la Fontana di Trevi sia divenuta nel tempo una delle più riconoscibili icone della Città Eterna. Del resto, non è un caso se lo stesso Fellini decidette di immortalarla per sempre nel suo ''La dolce vita'', rendendola protagonista della indimenticabile scena con Anita Ekberg e Marcello Mastroianni.
La storia della fontana e la sua fama, tuttavia, precedono di gran lunga il risalto cinematografico e risalgono addirittura al '400, secolo in cui il monumento vide la luce nella sua prima forma. Si trattava, infatti, di una semplice fontana a tre bocche, che riversava l'acqua nel trivio, cioè nell'incrocio delle tre strade che convergevano, appunto, nella piazza. Nei secoli, poi, la Fontana di Trevi fu oggetto di numerosi interventi di abbellimento e ristrutturazione ad opera di grandi artisti, finanziati dai Pontefici. Il suo aspetto attuale risale al 1732, anno in cui l'artista Nicola Salvi portò a termine il suo intervento.
Oggi, complice la tradizione del lancio della monetina, la fontana è una meta imprescindibile per chi visita Roma per la prima volta ed esprime il desiderio di tornarci.

   


Piazza San Pietro
Piazza San Pietro è uno dei luoghi più celebri di Roma e ogni anno accoglie milioni di pellegrini e semplici visitatori, diretti all'antistante Basilica omonima. Oltre che un'icona della città, questa piazza è uno dei principali simboli della cristianità e un esempio di come l'architettura possa comunicare e interagire con il suo pubblico. Lo spazio ovoidale, circondato dai due colonnati, sembra infatti abbracciare chi si dirige verso la chiesa, accogliendo senza riserve l'umanità che percorre la piazza.
Camminare in questo luogo regala subito, a detta di molti, un'emozione fortissima e un altrettanto potente senso di inclusione. Se avete deciso di visitare Roma, non potete perdervi una passeggiata a Piazza San Pietro, sempre gremita di persone e brulicante di vita.

Piazza Navona
Se vi trovaste a girovagare per il centro, le probabilità di imbattervi per caso in Piazza Navona sarebbero altissime. Si tratta infatti, di una splendida piazza barocca facilmente accessibile, perché sbocco naturale di molte stradine del centro storico. La riconoscerete senza esitazione per la presenza della Fontana dei Quattro Fiumi, scolpita dal Bernini, e dalla sontuosa facciata della Chiesa diSan'Agnese in Agone. Durante le festività natalizie, inoltre, qui si concentrano le più belle e suggestive bancarelle di artigianato e dolciumi della città. Imperdibile!

   


Piazza di Spagna
Uno dei luoghi più esclusivi di Roma è Piazza di Spagna, sovrastata dall'imponente scalinata di Trinità dei Monti. Spesso cornice di eventi mondani, come spettacoli e sfilate di moda, questa piazza è anche un punto di ritrovo per chi abbia intenzione di dedicarsi allo shopping di lusso nella vicina Via dei Condotti.
La presenza di numerosi bar, locali e ristoranti, inoltre, ne fanno la meta preferita di chi voglia godersi qualche momento di relax in uno dei luoghi più trafficati del centro. Il vero punto focale della piazza è senz'altro la celebre Barcaccia, cioè la fontana barocca a forma di barca realizzata dagli scultori Pietro e Gian Lorenzo Bernini.

Piazza del popolo
Un obelisco, due chiese gemelle, fontane e una cornice di meraviglie architettoniche: se avete già avuto la fortuna di visitare Roma, avrete riconosciuto gli elementi che caratterizzano la splendida Piazza del Popolo. Quello che colpisce di questa piazza è sicuramente la generosità dei suoi spazi, che sembrano fatti per accogliere moltissime persone.
Forse è proprio questo che ispirò il nome della piazza, anche se - più probabilmente - si tratta di una storpiatura del latino ''populs'' (pioppo), dato che sembra che qui si trovasse un bosco di pioppi. Chi ama le lunghe passeggiate potrà fare sosta in questo luog, dopo aver attraversato il Tridente e prima di proseguire per il Pincio. Una curiosità: l'obelisco egizio che campeggia al centro della piazza risale all'epoca faraonica, ma trovò collocazione in Piazza del Popolo solo nel '500 per volere di Papa Gregorio XIII. Prima di allora, il monumento si trovava a Roma, già dall'epoca augustea, presso il Circo Massimo.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Hotel Oxford, il punto di partenza ideale per scoprire Roma!

06/08/2018
Piazza Bocca della VeritàPiazza di SpagnaPiazza del PopoloFontana di TreviPiazza Navona

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO